News

Cormonese, Fiumicello e Staranzano continuano a vincere, mentre all’orizzonte arriva un turno di fuoco. La Romana ritrova Centrone e mette in difficoltà i cugini, che però trovano il modo di spuntarla ancora una volta, e senza prendere gol. Breg, una partita semplicemente stregata, e il Sovodnje passa all’incasso. Colpo del Montebello, il San Canzian è in brutte acque

La partita di cartello della diciassettesima giornata del girone D di Seconda categoria categoria era senza dubbio il derby di Monfalcone, ovvero la stracittadina Romana – Ufm, sfida giocata al Cosulich davanti a circa 600 spettatori, che ha visto la vittoria, seppur sofferta, della capolista ormai incontrastata di mister Trentin per 2-0, al cospetto però di una Romana davvero sfortunata. I ragazzi di Novati si fanno preferire sul piano del gioco nel primo tempo, ma vanno sotto al 25′ con un tiro da fuori deviato da un difensore, che mette fuori causa Tranchina. Nella ripresa gradito ritorno in campo per i gialloblù (dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori diverse partite ) di Francesco Centrone, con la Romana che si fa più intraprendente, ma non riesce a trovare la via del gol e al 70′ arriva la mazzata che segna il match: un dubbio fallo in area su Godeas viene punito con il calcio di rigore che di fatto chiude la partita e sancisce la vittoria dell’Ufm.
Se per il primo posto finale i giochi ormai sembrano fatti, per le posizioni nella griglia play-off, si preannuncia un girone di ritorno davvero avvincente. A braccetto al secondo posto a quota 33 punti si trovano la Cormonese e il Fiumicello, con la Terenziana Staranzanoche segue ad una sola lunghezza di distanza. I grigiorossi di mister Mauro si impongono in trasferta, fermando la striscia positiva dell’Opicina con il risultato di 2-1; a segno nella prima frazione con Musolin e Zucchiatti, nella ripresa per la compagine di Sciarroneaccorcia le distanze Cergol. Il Fiumicello di Radolli sfrutta il fattore campo e sconfigge 2-0 la Fortezza Gradisca grazie alle reti di D’Agostino e Pelos.
Netto successo con il punteggio di 4-1 per gli uomini di Gregoratti, al cospetto del fanalino di coda Muglia Fortitudo; mattatore della giornata Kocic (autore di una tripletta) e quarto gol di Sam, per gli ospiti rete della bandiera di Stefano Perossa.
Mantiene la quinta posizione l’Audax Sanrocchese, che si riscatta della sconfitta di domenica scorsa a Begliano in pieno recupero, battendo in casa per 2-1 l’Alabarda grazie alle reti di Zorzut e Gajic. Nella scia della formazione isontina, ad un solo punto di distanza si mantiene il Sovodnje, che va a vincere un po’ a sorpresa per 3-0 a Dolinacontro il Breg; nelle prime due segnature degli ospiti, deviazioni decisive del difensore triestino Bobbini. Nella ripresa il Breg sbaglia un rigore con Seba Nigris e poi capitola per la terza volta su calcio piazzato. La squadra di Lacalamita si trova ora solo a una lunghezza di vantaggio dalla zona play-out.
Il risultato che desta invece più scalpore, soprattutto per le proporzioni, è il 6-1 che la Roianese infligge in trasferta al Campanelle nel derby triestino di giornata. Già nei primi venti minuti diverse occasioni per i bianconeri guidati da Ubaldo Pesce, che però non trovano la via della rete. Al 24′ i padroni di casa si rendono pericolosi con Farfoglia che va in fuga sulla destra e mette in mezzo un pallone invitante che Noto non riesce a concretizzare e pochi minuti dopo capitolano; Cigliani lancia Menichini sul filo del fuorigioco, l’attaccante è bravo a controllare il pallone al limite dell’area e a fulminare Nisi con un destro imparabile. Al 33′ l’arbitro sventola il rosso diretto a Krizman del Campanelle (presumibilmente per qualche parola detta al direttore di gara). Il Campanelle si sbilancia e va vicino al pareggio con una sventola al volo di Farfoglia con il destro all’angolino, ma De Mattia è superlativo a deviare in corner. Dopo un’altra incursione del solito Farfoglia con i compagni che non riescono a finalizzare, la Roianese colpisce in contropiede con Manuel Montebugnoli.
Nella ripresa praterie per gli ospiti che vanno a segno con Diego Montebugnoli e Menichini. La squadra di Varljen rimane in 9 per l’espulsione di Giuseppe Giannone e con orgoglio trova la via della rete con Galatà. Nel finale la Roianese dilaga con Bianco e Cigliani. Vittoria corroborante per i bianconeri di Pesce, che vedono così rilanciare le loro ambizioni. Campanelle invece che con questa sconfitta (la terza consecutiva e a secco di vittorie dal 29 ottobre) vede assottigliarsi sempre più il margine dalla zona play-out, che ora dista solo tre punti, in virtù del fondamentale successo per 2-0 del Montebello nello scontro diretto contro il San Canzian Begliano (sulla carta più quotati dei triestini, ma che a sorpresa si trovano a navigare in cattive acque). Successo dei nerazzurri maturato nella ripresa grazie ai gol di Altin al 77′ e Giuliani al 95′. Tre punti importantissimi per la squadra di Piran che scavalca di un punto in classifica i ragazzi di Grillo.
Prossimo turno davvero interessante con parecchi scontri diretti in programma sia nelle zone alte della classifica, vedi Cormonese – Fiumicello, (lo Staranzano farà visita all’Ufm), che nelle parti basse, come ad esempio San Canzian – Campanelle e il derby Alabarda – Montebello, per non parlare dello stuzzicante scontro fra le ambiziose Roianese e Romana. Le emozioni sono assicurate.

Share